giornali

L’Italia che non avete mai visto: 
il Gruppo Alpitour guida i cinesi alla scoperta del Paese.

- Nuova tappa del progetto incoming dell’azienda - 

Nel maggio scorso il Gruppo Alpitour ha annunciato la prima operazione con la Cina e da allora il progetto è letteralmente decollato con l’arrivo di migliaia di ospiti cinesi in Italia. Tre le città attualmente collegate alla capitale italiana con voli diretti Neos da Tientsin-Binhai, Shenyang-Taoxian e Zhengzhou-Xinzheng. Il buon esito di questa prima operazione, che vede tutti i voli con piena occupazione fino alla fine di ottobre, permette al Gruppo Alpitour di sviluppare ulteriormente le operazioni sulla Cina, ampliando il perimetro dell’intero progetto.

Nasce con questo obiettivo l’appuntamento “L’Italia che non avete mai visto”, un itinerario di 6 giorni creato ad hoc per un’esclusiva selezione di tour operator, investitori e giornalisti, tutti cinesi, interessati a scoprire gli aspetti meno conosciuti del nostro Paese per sviluppare un progetto innovativo di outgoing verso l’Italia in collaborazione con il Gruppo Alpitour. Aviation e incoming sono le due aree del Gruppo coinvolte in questo piano di sviluppo: Neos ha infatti riconfermato anche per il 2017 la programmazione sulle tre città cinesi, prevedendo inoltre di aprire nuovi collegamenti, mentre Jumbo Tours, filiale DMC del Gruppo, sta lavorando per la creazione di proposte in Italia e in Europa interessanti per il mercato cinese. Prossimamente il Gruppo aprirà una propria sede a Pechino per poter seguire in modo diretto e più efficace lo sviluppo di questo importante progetto strategico.

Il tour “L’Italia che non avete mai visto” parte da Roma e da qui risale il Paese fino a Milano, città da cui gli ospiti ripartiranno alla volta della Cina, solo dopo aver visitato Verona, le Dolomiti e Modena. Per ciascuna di queste tappe sono stati ideati programmi esclusivi ed esperienze uniche, a conferma dell’immensa varietà di opportunità che il nostro Paese può offrire. Il Gruppo Alpitour darà così un contributo ancora più massiccio alla crescita dei flussi incoming sul Paese.

Aeroporti di Roma da parte sua è molto soddisfatta dei risultati registrati nell’estate appena conclusa e lieta che Neos abbia riconfermato la programmazione anche per il 2017, annunciando l’intenzione di avviare ulteriori nuovi collegamenti nel prossimo anno. Fiumicino – continua il Gruppo ADR – si conferma porta d’accesso in Italia, a Roma, dall’Oriente anche grazie ai servizi dedicati al passeggero asiatico e riconosciuti dalla certificazione di Welcome Chinese, appena riconfermata alla società di gestione aeroportuale della Capitale”.

Torino, 17 ottobre 2016

Scarica il comunicato