giornali

Ready 4 the future: Neos vola sempre più in alto

Negli ultimi tempi il mondo sta assistendo a cambiamenti epocali: eventi geopolitici, sociali, antropologici ed economici mutano continuamente lo scenario globale, ridisegnando progressivamente anche il panorama europeo e, di conseguenza, agendo anche sulle dinamiche che riguardano il settore travel. A ciò si aggiungono le nuove sfide che la tecnologia ci offre che, a corollario di questa trasformazione generale, definiscono nuove opportunità di servizio capaci di rispondere a clienti più consapevoli ed esigenti, anche in termini di identità e valori che riconoscono ai beni.

In questo scenario complesso e competitivo, Neos, la compagnia aerea del Gruppo Alpitour che dal 2002 vola sulle principali rotte turistiche internazionali, intende svolgere un ruolo essenziale nel settore aviation. Senza venir meno alla scelta strategica di base, che vede Neos parte del primo gruppo italiano integrato, la compagnia intende proporsi con energie e contenuti rinnovati per un mercato che assume confini sempre più ampi e richiede un'offerta sempre più flessibile e di maggior livello qualitativo.

Gli investimenti che Neos mette in campo per introdurre continuamente elementi di innovazione a bordo sono in continua crescita: da un lato c'è il lavoro costante sull'attuale flotta (6 B737-800 e 3 B767-300) con nuovi servizi di intrattenimento, il miglioramento della ristorazione, il comfort delle sedute e i mood lightning di ultima generazione, dall'altro c'è invece il progetto di evoluzione con l'arrivo dei Boeing 787. Già all'inizio del 2014, Neos aveva confermato la sua adesione al programma Boeing 787, ordinando tre B787-8, gli aeromobili tecnologicamente più avanzati al mondo. Oggi, la compagnia aerea ha deciso di convertire l’ordine al modello superiore, il B787-9: queste macchine rappresentano quanto di più innovativo e tecnologico sia progettato nel mondo dell'aviazione civile. Grazie alla nuova configurazione dell’aeromobile aumenterà lo spazio a bordo: la configurazione sarà a 359 posti, con 28 poltrone di Premium Class e 27 poltrone di Economy Extra e soprattutto avrà autonomia per oltre 15.000 km, che significa estendere la gamma delle mete raggiungibili. Queste caratteristiche si sommano agli innovativi sistemi di umidificazione e pressurizzazione della cabina, già previsti dai B787-8, garantendo consumi minori di carburante e una rivoluzionaria esperienza di bordo.

Il 787-9 sarà una grande aggiunta alla flotta Neos, offrendo ai passeggeri comfort e un'esperienza superiore, ma anche eccezionale efficienza e bassi costi di esercizio" - commenta Antonio De Palmas, Presidente di Boeing Italia e Sud Europa - . "Il 787-9 consentirà a Neos di accrescere il proprio network e accedere a nuovi mercati di lungo raggio dal suo hub di Milano”.

Philip Scruggs, President and Chief Commercial Officer AerCap (leader mondiale nel leasing degli aeromobili), dichiara: “Siamo lieti di convertire l’ordine dei tre Boeing 787-8 nella versione 787-9 Dreamliner per la compagnia aerea Neos, nostro cliente di lunga data. AerCap è il più grande proprietario di Boeing 787 per un totale di 82 aeromobili, tra quelli di proprietà e quelli in ordinazione. Il Boeing 787 offre un’efficienza senza pari in termini di carburante e range unita alla migliore esperienza per gli ospiti grazie agli elevati livelli di comfort. Non vediamo l'ora di lavorare con il team di Neos su questo entusiasmante progetto”.

L'arrivo di questi aeromobili è strettamente legato anche al fatto che Neos sta progressivamente allargando il suo campo d’azione, impegnandosi a rispondere ai molteplici cambiamenti in atto ed ampliando il suo mercato: pur confermando il focus sul mondo del tour operating italiano, intende aprire sempre di più ad un pubblico internazionale. Attualmente Neos già realizza un importante business incoming da Israele e, a partire da luglio, avvierà un nuovo progetto di incoming dalla Cina. Sul tema incoming la previsione per il 2016 è di avere il 20% di passeggeri a bordo degli aerei Neos di nazionalità non italiana.

Attenta anche allo stile, Neos ha provveduto a ridisegnare le uniformi del personale di bordo, unendo eleganza, professionalità e praticità, un ulteriore segno dell’impegno che la compagnia mette nel rinnovarsi costantemente.

La presentazione in aeroporto delle nuove divise è per Neos un’occasione per comunicare un investimento che tocca tutti gli elementi del servizio, cercando di trasferire l’idea di serenità e di positività verso il 'viaggio', elemento essenziale della nostra proposizione di business – sostiene Carlo Stradiotti, Amministratore Delegato di Neos -. Siamo fieri di essere italiani e felici di essere nati a Milano, da qui ci muoviamo nel mondo dandoci un obiettivo semplice e chiaro: offrire la migliore esperienza di volo verso le destinazioni turistiche".

La compagnia aerea Neos è un asset strategico fondamentale per lo sviluppo della nostra azienda sia sul mercato nazionale, sia su quello internazionale - dichiara Gabriele Burgio, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Alpitour -. L’inserimento in flotta dei nuovi Boeing 787-9 rappresenta un ulteriore passo in avanti verso l’eccellenza che intendiamo garantire a chi sceglie Neos”.

Il primo B787-9 arriverà a dicembre 2017 e sarà posizionato a Milano, dove Neos collabora in modo serio ed efficace da anni con SEA, società che gestisce gli aeroporti di Milano Linate e Milano Malpensa, garantendo servizi, sicurezza e attività di approdo e decollo degli aeromobili.

Neos nasce a Malpensa a marzo del 2002 con il decollo del primo B737 il cui nome ‘Città di Milano’ già presagiva il forte legame del vettore con il suo mercato di riferimento ed il suo aeroporto - dichiara Andrea Tucci, Direttore Aviation Business Development di SEA - . Da allora ad oggi Neos ha trasportato 5,5 milioni di passeggeri con un tasso medio di crescita annuale del +9% in 14 anni, arrivando a posizionarsi come 4° vettore sul Terminal 1 nel 2015 con oltre 527.000 pax trasportati. Malpensa è orgogliosa di ospitare la base di una compagnia che ha sempre dimostrato di sapersi adattare e spesso anticipare le esigenze del mercato con un modello di business moderno ed efficace ed una struttura operativa efficiente. Neos - prosegue Andrea Tucci - ha saputo innovare il modello del charter di lungo raggio (che nel 2002 rappresentava il 98% dei voli su MXP, oggi il 20% ) cogliendo le nuove opportunità offerte dal web. Con la distribuzione diretta del prodotto “seat only” ha ribaltato il vecchio modello di charter a favore di un servizio linea leisure, che ha consentito, tra l’altro, l’apertura di nuovi mercati con modalità più accessibili e flessibili per il consumatore. La capacità di questa compagnia, davvero unica nel suo genere in Italia, di saper cogliere ed interpretare i nuovi trend della “domanda” , investendo anche durante i cicli negativi dell’industria, ci ha reso orgogliosi partner e oggi anche felici testimoni di questo nuovo ciclo di investimenti che apre, per noi, interessanti prospettiva di crescita”.

Milano, 10 maggio 2016

Scarica il comunicato