Domande frequenti
Informazioni, documenti e norme da rispettare per poter viaggiare in sicurezza in questo periodo
FAQ Coronavirus

Prima, durante e dopo la tua vacanza: scopri tutte le risposte alle domande più frequenti. Prenota con il Gruppo Alpitour per il massimo della garanzia

  • Viaggiare negli Emirati Arabi
  • Viaggiare in Italia
  • Viaggiare in Grecia
  • Viaggiare in Spagna
  • Dove fare il tampone
  • Green Pass
  • Durante il viaggio

Cose da sapere per viaggiare negli Emirati Arabi Uniti

In base all’attuale normativa italiana, gli spostamenti da/per i Paesi contenuti nell’elenco D sono consentiti. Fanno parte dell'elenco gli Emirati Arabi Uniti. Per tutti i dettagli clicca qui.

 

 

Per l’ingresso a Dubai è necessario:

  • essere in possesso di un test PCR negativo (tampone molecolare) effettuato entro le 48 ore precedenti la partenza se si arriva con Neos, Emirates o Etihad, 72 ore per arrivi con altri vettori. I bambini sotto i 12 anni sono esentati dall’obbligo di presentare tampone.
  • essere in possesso di un’assicurazione sanitaria internazionale valida, che copra eventuali spese relative a test, quarantena e/o trattamenti (incluso il ricovero ospedaliero), legati anche al Covid-19
  • effettuare la registrazione sul sito  https://smartservices.ica.gov.ae/echannels/web/client/guest/index.html#/registerArrival e registrare i propri dati sull’app COVID-19 DXB (anche per i minori)

 Per l’ingresso ad Abu Dhabi è necessario:

  • avere completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni o avere un certificato di guarigione inferiore ai 180 giorni, per evitare la quarantena di 10 giorni, prevista per i non vaccinati.
  • 5 giorni prima della partenza, scaricare l’app ICA UAE Smart o visitare il sito web ica.gov.ae per compilare il modulo registrazione arrivi e allegare il certificato di vaccinazione per l’approvazione. L’approvazione arriverà via sms e permetterà di scaricare l’app ALHOSL sulla quale viene registrata l’autorizzazione da esibire all’ ingresso nei luoghi pubblici di Abu Dhabi.
  • essere in possesso di un test PCR negativo (tampone molecolare) effettuato entro le 48 ore precedenti la partenza se si arriva con Neos, Emirates o Etihad, 72 ore per arrivi con altri vettori. I bambini sotto i 12 anni sono esentati dall’obbligo di presentare tampone.
  • essere in possesso di un’assicurazione sanitaria internazionale valida, che copra eventuali spese relative a test, quarantena e/o trattamenti (incluso il ricovero ospedaliero), legati anche al Covid-19.
  • All’arrivo a Dubai tutti i passeggeri potranno essere sottoposti a nuovo test PCR.
  • All’arrivo ad Abu Dhabi si verrà sicuramente sottoposti ad un ulteriore test molecolare PCR. Se il soggiorno si prolunga oltre la quinta notte, il sesto giorno è necessario effettuare un ulteriore test.

E’ possibile transitare tra un emirato e l’altro senza ulteriori tamponi, ma è necessario seguire le altre regole di ingresso elencate sopra. Per entrare a Ras al Khaimah e Fujairah fa fede la registrazione effettuata negli aeroporti di ingresso di Dubai e Abu Dhabi.

Cose da sapere per viaggiare in Italia

Prima della partenza occorre verificare se, sui siti ufficiali del Governo italiano o della regione italiana meta del soggiorno, sono disponibili eventuali protocolli da seguire.

Vi ricordiamo che dal 6 agosto sarà in vigore il Decreto Legge n. 105 del 23 luglio 2021, che regola le attività turistiche al chiuso, per ospiti dai 12 anni compiuti, come segue:  

Sarà possibile svolgere alcune attività solo se si è in possesso di:

  1. certificazione verde COVID-19, che può essere rilasciata dopo la somministrazione della prima dose di vaccino e ha validità dal quindicesimo giorno successivo fino alla data prevista per la somministrazione della seconda dose (nel caso di vaccino a doppia dose). La certificazione verde ha in ogni caso una validità di nove mesi dal completamento del ciclo vaccinale;
  2. la guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);
  3. effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

Questa documentazione sarà richiesta poter svolgere o accedere alle seguenti attività o ambiti a partire dal 6 agosto prossimo:

  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • Sagre e fiere, convegni e congressi
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
  • Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Concorsi pubblici

Per maggiori informazioni consultare il sito https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-30/17514

 

Per il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti la partenza.

Il tampone non è richiesto:

  • a coloro in possesso della certificazione verde Covid-19 (Green Pass)
  • ai bambini di età inferiore ai 6 anni
  • a coloro che possono esibire all’imbarco un certificato di vaccinazione con ciclo completato da almeno 14 giorni
  • a chi è in possesso di certificato di avvenuta guarigione con cessazione dell’isolamento previsto.

È richiesta per tutti la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/

Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per eventuali aggiornamenti.

A partire dal 6 Agosto 2021 l’accesso ai seguenti servizi e attività è consentito solamente ai clienti muniti della Certificazione Verde Covid-19 (Green Pass):

  • Centri benessere, Palestre, Piscine, Sport di squadra qualora siano svolti all’interno di locali chiusi;
  • Attività congressuali, Convegni e attività di Svago (intrattenimento musicale, Tornei di carte) qualora siano svolti all’interno di locali chiusi.

 

Il possesso del Green Pass non è obbligatorio per accedere alle strutture ricettive.

La certificazione verde Covid-19 (Green Pass) attesta una delle seguenti condizioni:

  • Avvenuta vaccinazione anti Sars-Cov-2 con prima dose di vaccino, a partire dal 15° giorno dopo la prima somministrazione;
  • Avvenuta guarigione da Covid-19;
  • Effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus Sars-Cov-2. (validità 48 ore)

Per ottenere il Green Pass è possibile utilizzare più canali, con o senza identità digitale. In particolare si può ottenere:

  • Tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico Digitale;
  • Tramite App Io e App Immuni;
  • Tramite Tessera Sanitaria o identità digitale (SPID/CIE) accedendo al sito www.dgc.gov.it

Esenzioni

L’obbligo di esibire il Green pass non si applica ai bambini di età inferiore ai 12 anni compiuti, in quanto al momento esclusi dalla campagna vaccinale e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con la Circolare del Ministero della Salute.

In virtù di tali disposizioni nei nostri alberghi il possesso del Green Pass sarà necessario solo per poter utilizzare i centri benessere e le palestre al chiuso e le Sale Riunioni al chiuso

Si consiglia comunque a tutti gli ospiti a presentarsi in Hotel muniti della Certificazione Verde.

Di seguito pubblichiamo l’elenco delle strutture che richiedono obbligatoriamente il Green Pass al momento del check-in in hotel. Tutti gli altri hotel sono tenuti ad ottemperare le norme pubblicate sul Decreto Legislativo del 23.7.21

Nota importante: l’elenco degli hotel e le regole di ingresso sono soggette a continue modifiche da parte dei singoli hotel, che potrebbero quindi applicare differenti politiche all’arrivo in struttura.

Sicilia

Puglia

Basilicata

Calabria

  • PORTO KALEO VILLAGGIO CLUB

Cose da sapere per viaggiare in Grecia

Per tutti i passeggeri, compresi i minori, è OBBLIGATORIA, al più tardi il giorno prima della partenza, la registrazione e compilazione di un formulario pubblicato sul sito https://travel.gov.gr/#/ , a seguito del quale si ottiene un codice QR da presentare all’imbarco. Senza questo codice non è consentito l’ingresso in Grecia e di conseguenza sarà negato l’imbarco da parte delle compagnie aeree.  

E’ consentito l’ingresso senza ulteriore documentazione ai minori di 12 anni e a tutti coloro che possono presentare, in alternativa, uno dei seguenti documenti:

  • green Pass Europeo (Certificazione digitale Covid-UE)
  • certificato di vaccinazione che attesti il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni
  • certificato di guarigione rilasciato a seguito di un test PCR o mediante test rapido antigenico. La normativa greca richiede che il certificato di guarigione venga rilasciato 30 giorni dopo il primo test positivo, con validità fino a 180 giorni dopo di esso.

Per tutti gli altri casi è necessario presentare all’imbarco, oltre al codice QR, un tampone rapido negativo effettuato nelle 48 ore o un tampone PCR negativo effettuato nelle 72 ore prima della partenza

E’ possibile che all’arrivo si venga sottoposti ad un test di campionamento attraverso un tampone rapido antigenico, effettuato dalle autorità competenti presso gli aeroporti di arrivo. E’ necessario esibire il codice QR ricevuto a seguito della compilazione del formulario

In caso di spostamenti con voli o traghetti tutti i viaggiatori maggiorenni devono presentare all’imbarco il Green Pass Europeo (Certificazione digitale Covid-UE) che prevede una delle seguenti alternative:

  • Certificato di vaccinazione che attesta il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni.
  • Test PCR negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti l’imbarco o Test rapido antigenico effettuato nelle 48 ore antecedenti l’imbarco
  • Un certificato di guarigione rilasciato a seguito di un test PCR o mediante test rapido antigenico. La normativa greca richiede che il certificato di guarigione venga rilasciato 30 giorni dopo il primo test positivo, con validità fino a 180 giorni dopo di esso.

Sono esclusi da questi obblighi:

  • I minorenni dall’età di 12 fino a 17 anni possono transitare anche con l’esecuzione di test autodiagnostico (self test) 24 ore prima dell’orario previsto di viaggio.
  • I passeggeri che transitano utilizzando collegamenti marittimi tra isole della stessa Regione i quali possono transitare anche con l’esecuzione di un test autodiagnostico (self test) che può essere settimanale, a secondo delle normative generali in vigore, oppure entro 24 ore prima dell’orario previsto di viaggio

È consentito l’imbarco dei passeggeri sui traghetti, taxi marittimi dalle isole verso i porti della Grecia continentale purché i passeggeri rispettino i sopramenzionati provvedimenti oppure in alternativa presentino un certificato di un test autodiagnostico (self test) con risultato negativo che dovrà essere effettuato non oltre 24 ore prima dell’orario previsto del viaggio.

In ogni caso, per l’imbarco dei passeggeri dai porti della Grecia continentale verso le isole e viceversa si dovrà compilare obbligatoriamente il questionario di dichiarazione sullo stato di salute prima dell’imbarco, incluso nella sezione delle misure per prevenire e fronteggiare le incidenze Covid che potrebbero emergere a bordo delle navi passeggeri ο navi passeggeri – traghetto (car carrier) che prestano servizi di cabotaggio marittimo, disponibile nella pagina web del Ministero della Navigazione e della Politica Insulare.

I voli nazionali verso le isole possono essere effettuati purché i passeggeri

  • abbiano concluso 14 giorni prima la vaccinazione Covid ed esibiscano il certificato di vaccinazione 
  • siano stati diagnosticati negativi a seguito di test PCR negativo per il Covid-19, effettuato non più di 72 ore prima dell’orario previsto di viaggio oppure con test rapido antigenico entro le ultime 48 ore prima l’orario previsto di viaggio. La diagnosi negativa del test molecolare PCR  e del test rapido antigenico dovranno essere documentati esibendo il relativo certificato 
  • esibiscano certificato di guarigione emesso 30 giorni dopo il primo giorno di positività ed è valido per i 180 giorni successivi

Per il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti la partenza.

Il tampone non è richiesto:

  • a coloro in possesso della certificazione verde Covid-19 (Green Pass)
  • ai bambini di età inferiore ai 6 anni
  • a coloro che possono esibire all’imbarco un certificato di vaccinazione con ciclo completato da almeno 14 giorni
  • a chi è in possesso di certificato di avvenuta guarigione con cessazione dell’isolamento previsto.

 È richiesta per tutti la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/

Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per eventuali aggiornamenti.

Cose da sapere per viaggiare in Spagna

In base all’attuale normativa italiana, gli spostamenti da/per i Paesi contenuti nell’elenco C sono consentiti. Fanno parte dell'elenco C gli Stati membri dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Per tutti i dettagli clicca qui

 È richiesta OBBLIGATORIAMENTE per tutti i passeggeri la compilazione di un formulario sul sito https://spth.gob.es/

Il codice QR ottenuto al termine della compilazione dovrà essere presentato all’imbarco. Per chi proviene da paesi o regioni a rischio, e per tutti coloro che si recano alle Canarie, è necessario effettuare un tampone antigenico nelle 72 ore o rapido nelle 48 ore precedenti la partenza. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 12 anni, a coloro che possono esibire un certificato di vaccinazione con ciclo completato da almeno 14 giorni, o a chi è in possesso di certificato di avvenuta guarigione con cessazione dell’isolamento previsto.

Ad oggi le regioni italiane considerate a rischio sono Piemonte, Liguria, Lombardia., Abruzzo, Calabria, Campania, Basilicata, Sicilia, Sardegna, Provincia Autonoma di Trento, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio

La lista viene aggiornata ogni settimana. Preghiamo di consultare attentamente questo link, per conoscere il dettaglio dei paesi e le regioni considerate a rischio https://www.mscbs.gob.es/profesionales/saludPublica/ccayes/alertasActual/nCov/documentos/Anexo_II_paises_y_zonas_de_riesgo_entre_09-08-2021-y-15-08-2021.pdf

 

Per il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti la partenza.

Il tampone non è richiesto:

  • a coloro in possesso della certificazione verde Covid-19 (Green Pass)
  • ai bambini di età inferiore ai 6 anni
  • a coloro che possono esibire all’imbarco un certificato di vaccinazione con ciclo completato da almeno 14 giorni
  • a chi è in possesso di certificato di avvenuta guarigione con cessazione dell’isolamento previsto.

È richiesta per tutti la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/

Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per eventuali aggiornamenti.

PPer il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti il volo di rientro. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 2 anni. E’ richiesta inoltre la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone a:

Baleari:

Canarie:

Spagna: 

IMPORTANTE: Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per informarsi sugli ultimi aggiornamenti.

Dove effettuare il tampone in destinazione per il rientro in Italia

In base all’attuale normativa italiana, gli spostamenti da/per i Paesi contenuti nell’elenco C sono consentiti. Fanno parte dell'elenco C gli Stati membri dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Per tutti i dettagli clicca qui

Nelle 72 ore antecedenti la partenza devi effettuare un tampone molecolare PCR (non sono consentiti test rapidi/antigenici/salivari). L’esito negativo deve essere esibito al momento dell’imbarco. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 5 anni. Preghiamo consultare la sezione Grecia del sito viaggiaresicuri.it per conoscere le deroghe alla presentazione del tampone previste per i vaccinati o coloro che possono esibire un certificato di guarigione da Covid.  

Entro le 23.59 del giorno prima dell’arrivo, è OBBLIGATORIO inoltre, per tutti i passeggeri compilare un formulario sul sito https://travel.gov.gr/#/ ottenendo un codice QR da presentare all’imbarco.

Per il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti la partenza. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 2 anni. E’ richiesta inoltre la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/.

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone a:

IMPORTANTE: Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per informarsi sugli ultimi aggiornamenti.

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone a:

PPer il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti il volo di rientro. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 2 anni. E’ richiesta inoltre la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone a:

Baleari:

Canarie:

Spagna: 

IMPORTANTE: Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per informarsi sugli ultimi aggiornamenti.

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone in:

Green Pass

Si tratta di un certificato in formato digitale o stampabile che attesta lo stato attuale della vostra vaccinazione (sia che siate alla prima o alla seconda dose), se siete guariti dal Covid-19 da non più di sei mesi o siete risultati negativi a un tampone effettuato nelle ultime 48 ore.

Il Green Pass, o Certificazione verde COVID-19, può essere utile per muoversi in tutta Italia e spostarsi fra diverse regioni. Nonostante la situazione attuale veda molte regioni bianche, e quindi libere di essere visitate anche senza pass, è sempre meglio averlo. Il pass, infatti, può essere utile anche a partecipare agli eventi che lo richiedono.

Per quel che riguarda i viaggi in Europa la situazione è in continua evoluzione, quindi prima di partire è sempre meglio consultare le regole in vigore per entrare nel paese che volete visitare. I siti ufficiali dei diversi governi sono sempre aggiornati! Abbiate cura di consultare anche quali sono le regole per rientrare in Italia. L’attuale sito Viaggiare Sicuri è sempre il più aggiornato, ed è da tenere sotto controllo per restare organizzati. Con un po’ di attenzione e di cura per i dettagli potrete godervi la vostra vacanza in tutta sicurezza!

C’è intanto una differenza sostanziale fra il Green Pass Nazionale e quello Europeo. Come si può intuire dal nome, se il Green Pass Europeo serve per spostarsi in Europa, quello Nazionale consente ai viaggiatori di spostarsi in Italia.

Sulle modalità per ottenere il Green Pass a seconda dei casi, ovviamente, è sempre bene consultare gli organi ufficiali del governo o chiedere al proprio medico curante, dato che le norme stanno cambiando costantemente.

È stato di recente introdotto anche il Green Pass elettronico, da caricare sulle applicazioni per smartphone come quella di Immuni o IO, per avere il proprio pass sempre a portata di mano.

Quali norme e precauzioni vengono rispettate durante tutto il tuo viaggio

Le linee guida fanno riferimento alla compagnia aerea Neos e alle strutture alberghiere VOIHotels di proprietà del Gruppo Alpitour. Tutti gli altri hotel sono comunque invitati a rispettare le normative internazionali e le regole governative imposte dal proprio Paese.

Si, sui nostri voli Neos è previsto un servizio di packed lunch. I pasti in volo sono preparati secondo i più alti standard di sicurezza alimentare. Le nostre procedure di preparazione e conservazione aderiscono agli standard delle autorità di regolamentazione nel mondo. Per i voli di altre compagnie aeree è invece necessario verificare puntualmente la tipologia del servizio fornito.

Si, certamente.

Verrà controllata la documentazione richiesta in fase di prenotazione, ci sarà il controllo della temperatura e l’accesso sarà consentito solo con mascherina.

Cose da sapere se devi prenotare o se hai già prenotato la tua vacanza

Prima della partenza occorre verificare se, sui siti ufficiali del Paese o della regione italiana meta del soggiorno, sono disponibili eventuali protocolli da seguire. Vi invitiamo, quindi, a controllare sempre le disposizioni e gli aggiornamenti riportati sul sito viaggiaresicuri.it. o sui siti delle singole regioni o Paesi di destinazione. Infine, vi ricordiamo che i clienti dovranno essere provvisti di una dotazione di mascherine e di altri eventuali presidi sufficienti a coprire l’intera durata della vacanza.

Nella sezione dedicata e aggiornata sono disponibili tutte le informazioni relative al protocollo Coronavirus.

Nel caso di una continua restrizione ufficiale da parte delle autorità sulla tua destinazione si valuteranno insieme le possibili modifiche. Qualora non ci siano restrizioni da parte della destinazione prenotata, si potrà in ogni caso modificare la destinazione o la data di partenza senza alcun costo fino a 21 gg prima dalla partenza grazie all’opzione Flexi che si dovrà aggiungere in fase di acquisto.

Si tratta di una opzione acquistabile insieme al pacchetto vacanza che permette di modificare la destinazione, l’aeroporto o la data di partenza fino a 21 gg prima. Clicca qui e consulta il regolamento completo.

Cose da sapere per viaggiare in Grecia, Spagna e Italia

Prima della partenza occorre verificare se, sui siti ufficiali del Paese o della regione italiana meta del soggiorno, sono disponibili eventuali protocolli da seguire. Vi invitiamo, quindi, a controllare sempre le disposizioni e gli aggiornamenti riportati sul sito viaggiaresicuri.it. o sui siti delle singole regioni o Paesi di destinazione. Infine, vi ricordiamo che i clienti dovranno essere provvisti di una dotazione di mascherine e di altri eventuali presidi sufficienti a coprire l’intera durata della vacanza.

In base all’attuale normativa italiana, gli spostamenti da/per i Paesi contenuti nell’elenco C sono consentiti. Fanno parte dell'elenco C gli Stati membri dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Per tutti i dettagli clicca qui

Per tutti i passeggeri, compresi i minori, è OBBLIGATORIA, al più tardi il giorno prima della partenza, la registrazione e compilazione di un formulario pubblicato sul sito https://travel.gov.gr/#/ , a seguito del quale si ottiene un codice QR da presentare all’imbarco. Senza questo codice non è consentito l’ingresso in Grecia e di conseguenza sarà negato l’imbarco da parte delle compagnie aeree.  

E’ consentito l’ingresso senza ulteriore documentazione ai minori di 12 anni e a tutti coloro che possono presentare, in alternativa, uno dei seguenti documenti:

  • green Pass Europeo (Certificazione digitale Covid-UE)
  • certificato di vaccinazione che attesti il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni
  • certificato di guarigione rilasciato a seguito di un test PCR o mediante test rapido antigenico. La normativa greca richiede che il certificato di guarigione venga rilasciato 30 giorni dopo il primo test positivo, con validità fino a 180 giorni dopo di esso.

Per tutti gli altri casi è necessario presentare all’imbarco, oltre al codice QR, un tampone rapido negativo effettuato nelle 48 ore o un tampone PCR negativo effettuato nelle 72 ore prima della partenza

In caso di spostamenti con voli interni o traghetti tutti i viaggiatori maggiorenni devono presentare all’imbarco, IN ALTERNATIVA:

  • Green Pass Green Pass Europeo (Certificazione digitale Covid-UE)
  • Certificato di vaccinazione che attesta il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni
  • Test PCR negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti l’imbarco
  • Test rapido antigenico effettuato nelle 48 ore antecedenti l’imbarco
  • Un certificato di guarigione rilasciato a seguito di un test  PCR o mediante test rapido antigenico. La normativa greca richiede che il certificato di guarigione venga rilasciato 30 giorni dopo il primo test positivo, con validità fino 180 giorni dopo di esso.

PER I VIAGGIATORI MINORENNI DI ETÀ COMPRESA TRA I 12 e i 18 anni (ancora non compiuti) che viaggiano verso le isole è invece disponibile, oltre alle opzioni sopra descritte per gli adulti, la possibilità di presentare l’esito negativo di un self test effettuato nelle 24 ore antecedenti l’imbarco (clicca qui per scaricare l’apposito modulo, da presentare all’imbarco). I minori di 12 anni non necessitano di queste documenti

In caso di spostamenti in traghetto inoltre è sempre obbligatoria (anche per i minorenni) la compilazione e presentazione del Questionario di Dichiarazione sanitaria disponibile qui nella versione corredata da una traduzione in italiano

Cose da sapere per viaggiare a Cipro

Per tutti i passeggeri, compresi i minori, è OBBLIGATORIA, al più tardi il giorno prima della partenza, la registrazione e compilazione di un formulario pubblicato sul sito https://travel.gov.gr/#/ , a seguito del quale si ottiene un codice QR da presentare all’imbarco. Senza questo codice non è consentito l’ingresso in Grecia e di conseguenza sarà negato l’imbarco da parte delle compagnie aeree.  

E’ consentito l’ingresso senza ulteriore documentazione ai minori di 12 anni e a tutti coloro che possono presentare, in alternativa, uno dei seguenti documenti:

  • green Pass Europeo (Certificazione digitale Covid-UE)
  • certificato di vaccinazione che attesti il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni
  • certificato di guarigione rilasciato a seguito di un test PCR o mediante test rapido antigenico. La normativa greca richiede che il certificato di guarigione venga rilasciato 30 giorni dopo il primo test positivo, con validità fino a 180 giorni dopo di esso.

Per tutti gli altri casi è necessario presentare all’imbarco, oltre al codice QR, un tampone rapido negativo effettuato nelle 48 ore o un tampone PCR negativo effettuato nelle 72 ore prima della partenza

E’ possibile che all’arrivo si venga sottoposti ad un test di campionamento attraverso un tampone rapido antigenico, effettuato dalle autorità competenti presso gli aeroporti di arrivo. E’ necessario esibire il codice QR ricevuto a seguito della compilazione del formulario

In caso di spostamenti con voli interni o traghetti tutti i viaggiatori maggiorenni devono presentare all’imbarco, IN ALTERNATIVA:

  • Green Pass Green Pass Europeo (Certificazione digitale Covid-UE)
  • Certificato di vaccinazione che attesta il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni
  • Test PCR negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti l’imbarco
  • Test rapido antigenico effettuato nelle 48 ore antecedenti l’imbarco
  • Un certificato di guarigione rilasciato a seguito di un test  PCR o mediante test rapido antigenico. La normativa greca richiede che il certificato di guarigione venga rilasciato 30 giorni dopo il primo test positivo, con validità fino 180 giorni dopo di esso.

PER I VIAGGIATORI MINORENNI DI ETÀ COMPRESA TRA I 12 e i 18 anni (ancora non compiuti) che viaggiano verso le isole è invece disponibile, oltre alle opzioni sopra descritte per gli adulti, la possibilità di presentare l’esito negativo di un self test effettuato nelle 24 ore antecedenti l’imbarco (clicca qui per scaricare l’apposito modulo, da presentare all’imbarco). I minori di 12 anni non necessitano di queste documenti

In caso di spostamenti in traghetto inoltre è sempre obbligatoria (anche per i minorenni) la compilazione e presentazione del Questionario di Dichiarazione sanitaria disponibile qui nella versione corredata da una traduzione in italiano

Per il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti la partenza. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 6 anni, a coloro che possono esibire all’imbarco un certificato di vaccinazione con ciclo completato da almeno 14 giorni, o a chi è in possesso di certificato di avvenuta guarigione con cessazione dell’isolamento previsto.

E’ richiesta per tutti la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/

Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per eventuali aggiornamenti.

Cose da sapere per viaggiare in Italia

Prima della partenza occorre verificare se, sui siti ufficiali del Governo italiano o della regione italiana meta del soggiorno, sono disponibili eventuali protocolli da seguire.

Vi ricordiamo che dal 6 agosto sarà in vigore il Decreto Legge n. 105 del 23 luglio 2021, che regola le attività turistiche al chiuso, per ospiti dai 12 anni compiuti, come segue:  

Sarà possibile svolgere alcune attività solo se si è in possesso di:

  1. certificazione verde COVID-19, che può essere rilasciata dopo la somministrazione della prima dose di vaccino e ha validità dal quindicesimo giorno successivo fino alla data prevista per la somministrazione della seconda dose (nel caso di vaccino a doppia dose). La certificazione verde ha in ogni caso una validità di nove mesi dal completamento del ciclo vaccinale;
  2. la guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);
  3. effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

Questa documentazione sarà richiesta poter svolgere o accedere alle seguenti attività o ambiti a partire dal 6 agosto prossimo:

  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • Sagre e fiere, convegni e congressi
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
  • Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Concorsi pubblici

Per maggiori informazioni consultare il sito https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-30/17514

 

In base all’attuale normativa italiana, gli spostamenti da/per i Paesi contenuti nell’elenco C sono consentiti. Fanno parte dell'elenco C gli Stati membri dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Per tutti i dettagli clicca qui

E’ possibile che all’arrivo si venga sottoposti ad un test di campionamento attraverso un tampone rapido antigenico, effettuato dalle autorità competenti presso gli aeroporti di arrivo. E’ necessario esibire il codice QR ricevuto a seguito della compilazione del formulario

Tutti i passeggeri devono compilare, non prima di 24 ore dalla partenza, il form riportato sul sito https://cyprusflightpass.gov.cy/. E’ necessario attendere l’autorizzazione, stampare il Cyprus Flight Pass ed esibirlo all’imbarco