Green Pass
Cos'è e come funziona

Viviamo sicuramente in tempi importanti e in continua evoluzione, per cui tenersi sempre ben informati è fondamentale. Quando si parla di viaggi e sicurezza, poi, non è mai abbastanza! Negli ultimi tempi si è parlato molto del Green Pass, di come ottenerlo e come si può usare per viaggiare e riprendere la propria vita nel modo più normale possibile. Proviamo a fare un po' di chiarezza.

Si tratta di un certificato in formato digitale o stampabile che attesta lo stato attuale della vostra vaccinazione (sia che siate alla prima o alla seconda dose), se siete guariti dal Covid-19 da non più di sei mesi o siete risultati negativi a un tampone effettuato nelle ultime 48 ore.

Il Green Pass, o Certificazione verde COVID-19, può essere utile per muoversi in tutta Italia e spostarsi fra diverse regioni. Nonostante la situazione attuale veda molte regioni bianche, e quindi libere di essere visitate anche senza pass, è sempre meglio averlo. Il pass, infatti, può essere utile anche a partecipare agli eventi che lo richiedono.

Per quel che riguarda i viaggi in Europa la situazione è in continua evoluzione, quindi prima di partire è sempre meglio consultare le regole in vigore per entrare nel paese che volete visitare.

Sulle modalità per ottenere il Green Pass a seconda dei casi, ovviamente, è sempre bene consultare gli organi ufficiali del governo o chiedere al proprio medico curante, dato che le norme stanno cambiando costantemente.

È stato di recente introdotto anche il Green Pass elettronico, da caricare sulle applicazioni per smartphone come quella di Immuni o IO, per avere il proprio pass sempre a portata di mano.

I siti ufficiali dei diversi governi sono sempre aggiornati! Abbiate cura di consultare anche quali sono le regole per rientrare in Italia. L’attuale sito governativo è sempre il più aggiornato, ed è da tenere sotto controllo per restare organizzati. Con un po’ di attenzione e di cura per i dettagli potrete godervi la vostra vacanza in tutta sicurezza!

Dove effettuare il tampone in destinazione per il rientro in Italia

In base all’attuale normativa italiana, gli spostamenti da/per i Paesi contenuti nell’elenco C sono consentiti. Fanno parte dell'elenco C gli Stati membri dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Per tutti i dettagli clicca qui

Nelle 72 ore antecedenti la partenza devi effettuare un tampone molecolare PCR (non sono consentiti test rapidi/antigenici/salivari). L’esito negativo deve essere esibito al momento dell’imbarco. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 5 anni. Preghiamo consultare la sezione Grecia del sito viaggiaresicuri.it per conoscere le deroghe alla presentazione del tampone previste per i vaccinati o coloro che possono esibire un certificato di guarigione da Covid.  

Entro le 23.59 del giorno prima dell’arrivo, è OBBLIGATORIO inoltre, per tutti i passeggeri compilare un formulario sul sito https://travel.gov.gr/#/ ottenendo un codice QR da presentare all’imbarco.

Per il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti la partenza. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 2 anni. E’ richiesta inoltre la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/.

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone a:

IMPORTANTE: Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per informarsi sugli ultimi aggiornamenti.

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone a:

PPer il rientro in Italia è necessario presentare un tampone antigenico o rapido risultato negativo nelle 48 ore antecedenti il volo di rientro. Il tampone non è richiesto ai bambini di età inferiore ai 2 anni. E’ richiesta inoltre la registrazione sul sito https://app.euplf.eu/#/

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone a:

Baleari:

Canarie:

Spagna: 

IMPORTANTE: Prima di ogni spostamento, è indispensabile consultare i siti www.viaggiaresicuri.it e www.salute.gov.it (informazioni per i viaggiatori) per informarsi sugli ultimi aggiornamenti.

Scarica l'elenco delle strutture sanitarie autorizzate ad effettuare il tampone in:

Bonus Vacanze 2021

Circa il Bonus Vacanze 2021, ci sono ancora molti dubbi e domande: proviamo anche qui a fare chiarezza! Chi può usufruire del Bonus Vacanze 2021 è chi lo ha richiesto entro il 31 dicembre 2020, e sarà ancora valido fino al dicembre di quest’anno. Allo stato attuale non è possibile fare richiesta del Bonus Vacanze, ma ci si può tenere sempre aggiornati sulla pagina dellAgenzia delle Entrate che tratta l’argomento.