Le guide di Alpitour
Natale e capodanno al mare

Viaggio in un piccolo paradiso dei Caraibi: benvenuti a Boca Chica

Viaggio in un piccolo paradiso dei Caraibi: benvenuti a Boca Chica

Ad appena trenta chilometri da Santo Domingo c'è una grande laguna turchese, dove il mare non supera mai i due metri di profondità. Qui si affaccia un centro abitato che negli anni è diventato una rinomata meta turistica. Stiamo parlando di Boca Chica, meta del vostro prossimo viaggio invernale.

5 cose da non perdere

  1. Parco nazionale Los Haitises
  2. Isla Saona
  3. Avenida Duarte
  4. La barriera corallina
  5. Santo Domingo

Spiagge più belle

La spiaggia di Boca Chica è la preferita dai dominicani. E non potrebbe essere altrimenti: si affaccia su una baia naturale che le protegge dai venti e dalle correnti; l'acqua è calma, trasparente e poco profonda, ideale per il relax o per una vacanza con i bambini; la barriera corallina farà la gioia di qualunque appassionato di snorkeling e immersioni.

A questo aggiungete che vicino alla spiaggia principale di Boca Chica sono presenti tutti i servizi che potete desiderare: ristoranti, bar, centri per le immersioni subacquee. C'è un piccolo molo dove noleggiare barche per escursioni o per la pesca d'alto mare.

È difficile stancarsi di una spiaggia del genere. Però siete in vacanza e volete scoprire gli altri posti grazie ai quali la costa della Repubblica Dominicana è rinomata in tutto il mondo. Noleggiate un'auto e muovetevi verso est lungo la costa, procedendo in direzione Punta Cana. In pratica, ogni singola insenatura meriterebbe un tuffo in mare.

Luoghi di interesse

Il Parco nazionale Los Haitises si trova lungo la costa settentrionale della Repubblica Dominicana ed è raggiungibile in poco tempo da Boca Chica. Si estende nella zona compresa tra due grandi baie, la baia di San Lorenzo e la baia di Samaná.

Isla Saona, secondo molti di coloro che l'hanno visitata, è il paradiso caraibico per eccellenza. La sua costa è un susseguirsi di spiagge bianche, set di numerose riprese con ambientazione tropicale. L'isola si trova poco al largo di Bayahibe ed è protetta all'interno del Parque nacional del Este.

La barriera corallina parte dall'isola di Los Pinos e si estende per oltre 1200 metri verso l'isola di La Matica. In questo modo, oltre a proteggere la baia dalle correnti, crea una sorta di arenile lungo tre chilometri.

Santo Domingo, la capitale della Repubblica Dominicana, dista poco meno di quaranta chilometri. È una delle più famose città coloniali al mondo e conserva preziose testimonianze della sua antica storia.

La Romana dista poco meno di un'ora di auto. Celebre per la sua movida e i suoi tanti divertimenti, il litorale è indicato per tutti gli appassionati di snorkeling.

Attività e svago

Se da questo viaggio invernale volete solo tanto relax, sulla spiaggia di Boca Chica potrete rilassarvi come mai. Mentre la barriera corallina è da esplorare con maschera e boccaglio: scoprire un ricco mondo sottomarino fatto di vita e colori sempre diversi.

A sud di Andres, lungo il bordo occidentale della baia, e a playa Juan Dolio si possono trovare le onde giuste per il surf. Non mancano diverse idee per escursioni, come La Romana e Santo Domingo (per le città), Saona e Los Haitises per la natura.

Dopo tanto viaggiare, niente di meglio di un po' di sano shopping. La via dello shopping e del divertimento di Boca Chica è Avenida Duarte: dotata di area pedonale, è una strada che si snoda parallelamente alla costa; qui si trovano i ristoranti giusti e i locali dove chiudere la serata in allegria.

Cultura e sapori locali

Il vostro viaggio a Boca Chica non potrà mai essere completo senza aver assaggiato i piatti tipici del posto. Volete qualche suggerimento?

- il sancocho è una zuppa molto saporita preparata con carne, tuberi e ortaggi;

- le fettine di planato fritto potrebbero quasi essere considerate il piatto nazionale;

- il chivo guisado è spezzatino di carne di capra;

- il locrio è una sorta di paella dominicana a base di carne o pesce.