Le guide di Alpitour
Natale e capodanno al mare

Viaggio a La Romana: per un inverno tra spiagge, golf e parchi naturali

Viaggio a La Romana: per un inverno tra spiagge, golf e parchi naturali

Le vacanze di Natale e Capodanno offrono un'occasione imperdibile per organizzare un viaggio in pieno inverno al caldo di spiagge esotiche. La Romana presenta tutte le caratteristiche per essere la destinazione d'elezione per rilassarsi e godere il sole e il mare dei Caraibi.

5 cose da non perdere

  1. Isla Saona
  2. Altos de Chavòn
  3. Isla Catalina
  4. Bayahibe
  5. Punta Cana

Spiagge più belle

Viaggio in inverno al caldo è sinonimo di spiagge. La Romana è proprio la destinazione giusta. Perché si trova, in pratica, al centro del tratto di costa più bello di tutta la Repubblica Dominicana, quello compreso tra Juan Dolio e Punta Cana.

In particolare, le mete consigliate per trovare delle spiagge da sogno sono due.

- Bayahibe è un piccolo villaggio di pescatori. Il litorale presenta tutte le caratteristiche della spiaggia caraibica per eccellenza: sabbia bianchissima, mare di un azzurro intenso, il verde brillante della vegetazione tropicale. Non potreste desiderare di meglio per rilassarvi in riva al Mar dei Caraibi.

- Punta Cana, la parte più orientale della Repubblica Dominicana, è un susseguirsi di spiagge di varie dimensioni. Due delle più famose sono Playa Bavaro e Playa Macao.

Luoghi di interesse

Proprio di fronte a La Romana si trova Isla Catalina. È un piccolo isolotto che fa parte del Parque nacional del Este. La sabbia candida e il mare trasparente sono il biglietto da visita della sua spiaggia. A poca distanza dalla costa c'è un piccolo reef.

Isla Catalina va sempre a braccetto con Isla Saona, altra piccola isola del Parque nacional del Este. Vale davvero la pena visitarla visto che, secondo i tanti turisti che la visitano ogni anno, è il paradiso caraibico per eccellenza.

Navigando lungo il Rio Chavòn, arriverete in un luogo che non vi aspettereste mai di vedere durante un viaggio in Repubblica Dominicana. L'Altos de Chavòn è la ricostruzione di un villaggio in stile europeo che sorge nel cuore della giungla dominicana. È una delle principali attrazioni di La Romana: ci sono, tra le altre cose, un anfiteatro, un centro culturale e un museo archeologico.

Attività e svago

Gli appassionati di immersioni e di snorkeling troveranno a La Romana tutto quello che potrebbero desiderare: i fondali sono ricchi di vita e di colori, grotte e canyon sottomarini rendono l'immersione indimenticabile, i reef sono indicati soprattutto per lo snorkeling, i relitti di antiche navi aggiungono quel pizzico di fascino e di mistero in più.

Dalle profondità del mare si passa alla superficie. Il Mar dei Caraibi non lambisce soltanto le spiagge ma anche tre campi da golf: se siete appassionati, difficilmente praticherete il vostro sport preferito in un luogo paragonabile a questo.

Isla Saona e Isla Catalina sono due escursioni che non dovete perdere durante questo viaggio invernale. Le due isole possono essere raggiunte imbarcandovi da La Romana oppure dalla vicina Bayahibe. E sempre partendo da La Romana navigherete lungo il Rio Chavòn, immersi nella natura lussureggiante della giungla dominicana.

Ora non resta che concedersi un po' di divertimento:

- Juan Dolio si trova a circa mezz'ora di auto: i divertimenti sono serate a base di salsa e merengue, ristorantini tipicamente dominicani, un paio di rinomate discoteche.

- Santo Domingo, la capitale della Repubblica Dominicana, si trova a circa un'ora e mezza di auto. Anche qui avrete diverse soluzioni a disposizione per trascorrere una piacevole serata.

Cultura e sapori locali

L'offerta giusta per concedervi questo viaggio a La Romana in inverno l'avete trovata. Anche la valigia è quasi pronta. Ma non starete dimenticando qualcosa? Visitare un Paese significa assaggiarne i piatti tipici o la vostra vacanza non potrà mai dirsi completa. Piatti tipici come:

- Uova, salame fritto, mangú (platani verdi bolliti, schiacciati e serviti con cipolle), formaggio fritto: questo è los tres golpes, colazione per stomaci robusti;

- Il platano (da non confondere con la banana) è preparato in vari modi: il già citato mangù, fettine di platano fritte, tostones (frittelle di platani verdi), mofongo (a base di aglio, platano fritto e carne di maiale);

- Se cercate piatti un po' meno esotici, ecco pica pollo (pollo fritto molto saporito), chimi (la versione dominicana dell'hamburger), asapao di gamberetti (un risotto con i gamberetti);

Da bere, ci sono il rum dominicano (famoso in tutto il mondo) e mamajuana (rum, vino rosso, corteccia d'albero ed erbe speciali per una bevanda tonificante).