28.07.2020

Negli Stati Uniti ci sono varie centinaia di parchi e riserve naturali, anche se quelli più celebri, definiti Parchi Nazionali, sono 59. Yellowstone, Grand Canyon, Monument Valley, Antelope Canyon, Bryce Canyon, Arches e Yosemite sono mete belle e ricercate, tutelate rigidamente dal gioverno del paese a stelle e strisce attraverso la National Park Service, un’agenzia federale dipendente dal Dipartimento dell’Interno. Proprio per questo controllo, si è riusciti a mantenere nel corso degli anni un habitat inalterato che vede l’uomo nelle vesti di un ospite ammirato e rispettoso davanti agli incredibili panorami che caratterizzano questi siti. Qui la natura dà spettacolo con rocce dai colori incredibili, ricche foreste pluviali, scenografici canyon a strapiombo, grandi cactus, vulcani e geyser, dune di sabbia bianca e sequoie millenarie con una ricca fauna in cui spiccano grizzly, orsi grigi, puma, alci, bufali, cervi tanto per citare solo alcune specie. I parchi americani sono una tappa obbligatoria per toccare con mano l’immensità del territorio statunitense e la sua bellezza più autentica. Luoghi in cui si alternano scenari incredibili che restano non solo nella memoria della macchina digitale, ma anche nel cuore.

Grand Canyon

Il Grand Canyon, la più grande frattura della superficie terrestre dopo la Rift Valley (Africa). Questo parco, unico per le sue caratteristiche geologiche, è l’esempio più significativo dell’azione dei fenomeni erosivi naturali. Gli elementi che maggiormente hanno contribuito a modellare la sua conformazione sono stati il vento, l’acqua e il ghiaccio, ma anche l’attività vulcanica e il fenomeno della deriva dei continenti. I due punti d’accesso principali sono: il South Rim, in cui si trovano le numerose strutture ricettive e i view point più spettacolari e il North Rim, più selvaggio. La prima spedizione scientifica in questo luogo si verificò alla fine degli anni ’70 del XIX secolo ad opera dello statunitense Jon Wesey Powel; egli descrisse le rocce sedimentarie come “pagine di un grande libro di storia”.

Monument Valley e Antelope Canyon

La Monument Valley fa parte della Navajo Nation Reservation ed è un parco gestito esclusivamente dagli indiani nativi. Il paesaggio si presenta come un piano infinito, interrotto solo da formazioni rocciose che si elevano dal suolo per stagliarsi contro l’orizzonte. Il rosso è il colore dominante della terra e delle rocce che, specialmente all’alba e al tramonto, assumono delle tonalità particolarmente intense rendendo il paesaggio estremamente suggestivo: il “far west”.

Yellowstone

Lo spirito di Yellowstone, come è stato chiamato, si sviluppò in una nazione di frontiera, ricca di sconfinati spazi, paesaggi mozzafiato, territori selvaggi e ancora da esplorare. Il parco offre l’incredibile privilegio di un contatto diretto e insostituibile con alcuni dei paesaggi naturali più belli e selvaggi del pianeta. Yellowstone, si estende su una serie di altipiani ed è attraversato da numerosi corsi d’acqua. Il paesaggio è caratterizzato da numerose sorgenti calde, da gayser e da pozze di acqua termale che testimoniano l’intensa attività vulcanica dell’area. Il parco è molto importante anche per essere popolato da specie rare e spesso in via di estinzione come il lupo grigio, il bisonte americano e l’orso bruno.

Bryce Canyon

Il Bryce Canyon è un piccolo parco nazionale situato nel sud-ovest degli Stati Uniti. L’area comprende il celebre anfiteatro originatosi dall’erosione del settore orientale dell’altopiano Paunsaugunt. La sua peculiarità risiede nelle migliaia di guglie, pinnacoli e labirinti, chiamati Hoodoos, che svettano all’interno. I punti più panoramici da cui ammirare i giochi di luce del paesaggio sono: Sunrise, Sunset, Inspiration e Bryce Point.

Arches

L’Arches National Park, ovvero “ il parco degli archi”, è caratterizzato da una superficie desertica in cui si sviluppa la più grande concentrazione di archi naturali di roccia. Il più famoso è il Delicate Arch, alto 14 m, mentre il più grande è il Landscape Arch, alto più di 30 m e largo più di 91. Il parco di Canyonlands, situato a circa 100 km di distanza, è diviso in tre distretti dalla stessa atmosfera selvaggia: l’Island in the Sky – l’isola nel cielo, The Needle – gli aghi e The Maze – il labirinto.

Yosemite

Cascate, enormi rocce di granito, vallate percorse da torrenti impetuosi, foreste: la natura regna sovrana allo Yosemite, paradiso dei rocciatori incastonato nella catena montuosa della Sierra Nevada. Istituito nel 1890, quarant’anni dopo che la California era entrata nell’Unione, fece letteralmente restare a bocca aperta i primi pionieri che si erano spinti tanto a ovest. Succederà anche a voi. A Yosemite troverete: prati sconfinati, cascate, rocce altissime da scalare, panorami mozzafiato, laghi, fiumi, animali che passeggiano indisturbati e in totale libertà e sequoie dall’impressionante grandezza. Per gli appassionati di trekking questo posto è un vero paradiso.

Great Smoky Mountains

La grande Vallata di Cades Cove sembra quasi sospesa nel tempo, con le capanne di legno e gli antichi granai che fanno sentire i suoi visitatori nel cuore stesso del Far West. Il Parco Nazionale delle Great Smoky Mountains è stato fondato negli anni ’40 e, da allora, è riconosciuto come uno dei parchi più visitati degli Stati Uniti dell’ovest – per non dire anche uno dei più amati. Questo parco è anche la casa del pregiato orso nero.

Parco Nazionale di Everglades 

Il Parco delle Everglades rappresenta una delle mete più ambite dagli amanti dell’avventura grazie anche, e soprattutto, alla presenza della meravigliosa Shark Valley e dei suoi tanti alligatori. Un parco straordinario, a poca distanza dalla costa di Florida City, che vi farà vivere un’esperienza da brivido!

Joshua Tree National Park

Questo parco è forse uno dei più suggestivi di tutta la California, anche grazie alla presenza del Deserto del Mojave. Qui gli amanti dell’avventura potranno trovare pane per i loro denti: dall’arrampicata su roccia al campeggio, a lunghe escursioni nella natura incontaminata, avrete solo l’imbarazzo della scelta!

Parco Nazionale di Zion

Fra tutti i parchi dello Utah, quello di Zion è forse uno di quelli che sembrano non solo far parte di un altro tempo, ma proprio di un altro pianeta: un’escursione lungo i suoi sentieri e le sponde del fiume Virgin vi farà immergere pian piano in un paesaggio lunare indescrivibile, che aspetta solo di essere scoperto.