giornali

 
UN RECORD ITALIANO

La chiusura dell’ultimo anno societario è fresca e i brillanti risultati raggiunti sono ancora nell’aria: un traguardo che ha portato il Gruppo Alpitour a fatturare 1.224 milioni, registrando un Ebitda di 46
milioni (+25%) e un utile netto di 10,5 milioni.

Dati importanti che si riflettono nella divisione Tour Operating, cuore pulsante e business trainante l’azienda: 747 milioni di fatturato per il 2017 e oltre 62 milioni di ricavi netti in più registrati dalle Divisioni Alpitour e Francorosso.

Un record impegnativo da cui partire per il prossimo esercizio che, in solo tre mesi, ha già dato ottimi segnali, complice l’apertura anticipata delle prenotazioni estive e la ripresa di un mercato sempre più attivo e curioso.

I primi dati del 2018 segnano infatti un balzo del +18% dei ricavi netti rispetto all’anno passato, con un volume di fatturato in incremento di 42 milioni. Risultati estremamente incoraggianti che premiano,
fra le altre destinazioni, anche la grande novità dell’inverno, il Vietnam, dove il Gruppo Alpitour ha inaugurato a dicembre un nuovo polo turistico sull’isola di Phu Quoc. Ad oggi, sono oltre 3.200 i
passeggeri prenotati, che ogni settimana raggiungono con un volo diretto Neos le strutture di Alpitour, Francorosso, Viaggidea e Karambola.

Andamenti molto positivi per l’East Africa – dove spiccano la Tanzania con un +14% e il Kenya che raddoppia i numeri – e per l’Oceano Indiano, trainato dalle Maldive, dal Madagascar, dallo Sri Lanka e da Mauritius. Anche per l’Oman, che registra un +30%, ottime performance. Buone notizie anche dall’Egitto, che parte con un raddoppio dei volumi rispetto all’anno scorso e totalizza 18 mila passeggeri contro gli 8.500 del 2017.


Torino, 06 febbraio 2018

Scarica il comunicato