Lasciati ispirare dal Kenya

Appunti di viaggio

Da non perdere
Perché organizzare un viaggio in Kenya

La notevole varietà dei paesaggi è una delle ragioni più lampanti per cui scegliere il Kenya come meta per i propri viaggi. Nel lungo elenco di parchi naturali del Kenya, troverete il Mount Kenya National Park. Difficile descrivere a parole le immagini che un luogo simile è capace di offrire, da ammirare lungo i percorsi da trekking o le spedizioni di gruppo. Decisamente più comodo e accessibile, ma non per questo meno affascinante, il Parco Nazionale di Nairobi, dove è possibile partecipare a safari per osservare da vicino numerose specie animali. 

Da non perdere
Meraviglia e relax

Per i più sedentari, o semplicemente per chi cerca il massimo relax, una destinazione obbligatoria durante una vacanza in Kenya è Diani Beach, uno dei centri turistici di punta della nazione, situato nella costa meridionale. La spiaggia si estende per chilometri, e vi riserverà la poesia dei tramonti più romantici, con qualsiasi comodità a disposizione. La sabbia bianca e finissima merita senza dubbio tutta l'attenzione dei turisti. Infine, per il lato culturale e artistico, il Museo Karen Blixen, a Nairobi, saprà come soddisfare la curiosità dei visitatori, con numerosi oggetti caratteristici della cultura keniota.

Da non perdere
Quando andare in Kenya

Il territorio del Kenya è vasto, per questo il clima non è lo stesso in ogni punto della nazione. I periodi più indicati per le vacanze in questo sorprendente paese tropicale sono due: il primo va da febbraio a marzo, ed è consigliato per chi è in cerca di una rilassante vacanza al mare, con un clima secco e mite. Il secondo, suggerito invece a chi desidera l'avventura nei parchi naturali e nella savana, va da metà estate fino a settembre. Questi intervalli sono quelli in cui è più semplice individuare delle offerte per viaggi in Kenya.

Da non perdere
Scegli Alpitour per il tuo prossimo viaggio

Le offerte per il Kenya di Alpitour vi aiuteranno a scoprire questo paese eccezionale e i suoi tesori più belli. Affidatevi al primo Tour Operator del settore viaggi e all’esperienza del team Alpitour per vivere una vacanza in Kenya indimenticabile. Scegliete l’offerta che preferite e preparatevi a partire con noi!

Le nostre offerte imperdibili

Qui trovi una selezione delle migliori proposte di viaggio che abbiamo scelto per te

Informazioni utili

Il Kenya gode di ottime temperature tutto l’anno tranne da aprile a luglio a causa delle grandi piogge. 

Prima si prenota più possibilità si ha di soggiornare in strutture con servizi esclusivi, ad esempio prenotare una camera vista mare. Inoltre, Alpitour garantisce diversi vantaggi in termini di promozioni e prezzo per chi prenota prima.

Oltre al passaporto con sei mesi di validità residua con almeno una pagina libera e un biglietto aereo di andata e ritorno, ai cittadini italiani è richiesto anche il visto di ingresso. Vi informiamo che dal 1° gennaio 2021 per l’ingresso in Kenya è obbligatorio richiedere l’emissione del visto online. Non sarà quindi più possibile fare e pagare il visto all’arrivo. Il visto turistico (tourist visa, 50 USD o 40 EURO) deve essere richiesto al sito http://evisa.go.ke/evisa.html, è valido per un solo ingresso e ha una validità di 90 giorni da quando viene emesso. Il visto deve essere richiesto almeno 2/3 giorni prima della partenza. Al check-in, i passeggeri dovranno mostrare la stampa dell’e-visa, la stampa della ricevuta del pagamento e il biglietto di ritorno (se in possesso). Data la variabilità della normativa, è indispensabile, prima della prenotazione del viaggio e prima di ogni spostamento tra le nazioni, consultare il sito Viaggiaresicuri.it per informarsi sulle ordinanze che regolano gli spostamenti tra le regioni italiane e le disposizioni emanate dalle nazioni estere in merito agli ingressi.  

La moneta corrente è lo Scellino Kenyano il cui cambio attuale è di circa 110,00 Scellini per un euro. Gli Scellini Kenyani non si possono acquistare/riconvertire in Italia, ma in loco è possibile effettuare il cambio con l’euro. Segnaliamo che le banconote in dollari emesse prima del 2010 non vengono accettate dalle banche e dai locali pubblici. 

Per chiamare l'Italia dal Kenya, comporre il prefisso 0039 più il numero telefonico desiderato. 

Il volo diretto per Mombasa ha una durata di 8h circa.  

+2h rispetto all'Italia (da marzo ad ottobre); +1h quando in Italia vige l'ora legale. 

Il kiswahili è la lingua ufficiale mentre l'inglese è parlato ovunque. Sulla costa è diffuso anche l’italiano. 

E’ consigliato un abbigliamento sportivo e leggero, prediligendo le fibre naturali. Indispensabile un capo più caldo per far fronte alla sensibile escursione termica notturna sugli altipiani. Inoltre scarpe comode, occhiali da sole, copricapo e repellenti contro gli insetti. È preferibile utilizzare borse/sacche morbide e limitare al minimo il proprio bagaglio. 

 

E’ buona norma lasciare una mancia a guide, autisti, facchini, camerieri, tassisti e ranger (che vi accompagnano durante i safari) nella percentuale del 10% circa.

La corrente elettrica è a 220 /230 Volt e 50HZ. È necessario munirsi in loco di un adattatore per prese di tipo “inglese” con tre lamelle piatte. 

Tutta la costa del Kenya è soggetta alle maree che si alternano ogni 6 ore. Il mare si ritira facendo emergere una lunghissima distesa di sabbia dalla quale emergono le spiagge sommerse che è possibile scoprire facendo lunghissime passeggiate muniti di scarpine di gomma. Occasionalmente, a causa delle correnti marine, si può verificare la presenza di alghe sulla spiaggia, un fenomeno naturale che si risolve spontaneamente. 

In Kenya è possibile acquistare: 
BATIK – tele con colori vivaci raffiguranti soprattutto animali e figure umane (spesso stilizzate) 
OGGETTI DI LEGNO – Prevalentemente scolpiti nell’ebano. Dai portachiavi alle statuette di varie dimensioni.
PAREI e ABITI LOCALI con raffigurazioni astratte arabeggianti o di animali.

L’alimento tipico e più diffuso è l’UGALI, una polenta bianca insapore che viene accompagnata da spinaci, pesce o stufati di carne (manzo, capra, pollo o maiale) 
Molto apprezzato anche il PILAU, riso basmati condito con carne e/o verdure e molto speziato, frutto dell’influenza araba e indiana. Altrettanto tipico è il riso al cocco. Data la presenza delle comunità indiane e musulmane ci sono numerose opzioni per chi sceglie diete vegetariane o vegane. 

Oltre ai meravigliosi safari in savana presso Tzavo Est o Masai Mara ci sono varie possibilità per escursioni giornaliere improntate sul mare e sullo snorkeling. Sulla costa Nord (Malindi – Watamu) si possono visitare anche il canyon di Marafa e le rovine di Gede, immerse nella natura nonché la città di Malindi. 

 

Dove andare in vacanza in Kenya