28.02.2022

Alla scoperta di Panagia Paraportiani

Notti di feste e divertimenti fra antiche strade e luoghi naturali, un mare cristallino e panorami meravigliosi, uno fra tutti il dolce profilo di una collina puntellata di mulini a vento: benvenuti a Mykonos! Questa bellissima isola greca è celebre fra i viaggiatori nostrani per la vicinanza alle coste italiane, l’allegria e i divertimenti. È una meta prediletta anche dai viaggiatori di tutta Europa per le belle spiagge e l’atmosfera rilassata. Insomma, l’isola perfetta per vivere una vacanza in Grecia da ricordare! Fra le cose da vedere ci sono sicuramente la zona di Kastro e il suggestivo quartiere di Little Venice, ma non solo: la chiesa di Panagia Paraportiani di Mykonos merita assolutamente una visita! Per la sua storia, la sua posizione e la sua costruzione particolare, questa bella chiesa è davvero unica nel suo genere. Continuate pure a leggere per scoprire di più e preparatevi a partire!

Cenni storici

La chiesa di Panagia Paraportiani si trova a picco sul mare, a poca distanza dal quartiere di Little Venice e dalle bellezze del centro storico. In greco, il suo nome significa letteralmente “Nostra Signora della Porta Interna”. Questo nome curioso deriva dalla sua posizione: quando la zona di Kastro era ancora fortificata, infatti, la chiesa sorgeva a lato di una delle porte d’ingresso alla città. La prima costruzione è avvenuta nel 1425, ma i lavori sono stati completati solo intorno al XVII secolo.

La struttura

Nel novero delle centinaia di chiese che sorgono sul territorio, quella di Paraportiani è considerata unica nel suo genere per il modo in cui è stata costruita ed è composta tutt’oggi. Non si tratta di una singola chiesa “classica”, infatti, ma di quattro chiese separate che sono state unite in un secondo momento sotto la stessa cappella. La prima e la più antica è la chiesa di Agioi Anargyroi, seguita dalle “sorelle” Agios Sozontas, Agia Anastasia e Agios Efstathios. Per il suo aspetto unico è anche una delle mete più fotografate dell’isola. Il bianco della calce spicca sul blu intenso del mare della Grecia, e si tinge di rosa e oro al tramonto. Uno spettacolo incredibile, che non potete lasciarvi sfuggire!

I mulini a vento

Dato che non sempre la chiesa di Paraportiani di Mykonos è aperta al pubblico, i visitatori sono abituati a cercarne solo i suggestivi esterni per ammirarne le forme particolari. Forse anche per questo motivo, un’altra attrazione che molti viaggiatori decidono di visitare insieme alla chiesa è il filare di mulini a vento di Mykonos, che si trovano a poca distanza da Paraportiani e rappresentano uno dei simboli più iconici dell’isola.

 

Le migliori offerte a Mykonos