10.12.2020

Granada: cosa vedere

Una città straordinaria, tanto colorata e frizzante quanto antica e solenne: benvenuti a Granada! Questa città ha dato i natali all’indimenticabile Federico Garcia Lorca, ed è tuttora una delle mete più amate dai viaggiatori di tutto il mondo. È una città universitaria, quindi è frequentata da giovani studenti che ne animano le strade di giorno e di notte, ma la sua anima antica affascina i visitatori di ogni età. I suoi scorci caratteristici, la storia antichissima e le indiscusse bellezze naturali ne fanno una tappa imperdibile nel corso delle vostre vacanze in Andalusia, e vi sorprenderanno in ogni momento. La magia di questa città merita una visita approfondita, ma colpisce anche chi ha poco tempo a disposizione. Preparate la vostra voglia di avventura a un grande viaggio nel cuore della Spagna più antica, e continuate pure a leggere per scoprire cosa vedere a Granada in due giorni: ve ne innamorerete!

L’Alhambra di Granada, il Generalife e il Bagno Arabo

Una meta che non può assolutamente mancare nel vostro itinerario è l’Alhambra, la “fortezza rossa” di Granada. È una struttura immersa nel verde che lascia tutti senza fiato, ma soprattutto un monumento famoso per i forti contrasti. È nato come roccaforte e ha un esterno austero e solenne che contrasta con gli interni finemente decorati, ricchi di opere d’arte e bellezze stupefacenti. Un luogo unico al mondo, davvero emozionante, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Poco distante troverete l’antichissimo giardino del Generalife, noto anche come il “giardino dell’architetto”. Una tappa fenomenale, dove le forme sinuose della natura si uniscono a quelle geometriche del palazzo e creano un panorama incantevole. In primavera, poi, tutto si tinge di mille colori. Da visitare anche il Bagno Arabo, una struttura antichissima e ricca di fascino. Bellissimo!

L’antico quartiere di Albayzin, Dar-al-Horra e la Cattedrale

È molto difficile descrivere la bellezza di Albayzin, l’antico quartiere di Granada. Qui sembra di immergersi in un altro tempo, in un luogo unico al mondo, e di passeggiare lungo le strade di un quadro. È una zona affascinante e incredibilmente pittoresca, dalle stradine scenografiche e i grandi palazzi. Uno di questi è Il Palazzo di Dar-al-Horra. Questo edificio è unico nel suo genere, perché – a differenza di altri palazzi della zona – ha mantenuto intatto il suo aspetto originale. Custodisce dei tesori di grande valore, e vi lascerà a bocca aperta. Anche la Cattedrale di Granada merita una visita per le sue bellezze rinascimentali. Le storie e gli stili diversi di Albayzin si intrecciano e fondono in un mix unico, facendo di Granada una città da sogno. Non perdetevela!

Granada: cosa mangiare

All’epoca del suo massimo splendore, Granada era considerata la più splendida delle città della Spagna. la dominazione araba ha lasciato tracce visibili e molto affascinanti, che ne fanno ancora oggi una meta incantata. Le maestose montagne della Sierra Nevada e i fiumi fanno da scenografia a questa città delle luci. Questa meta ha anche una tradizione culinaria molto interessante, tutta da assaporare. La cucina tipica di Granada è assolutamente unica in tutta la Spagna. Oltre a rappresentare una commistione di tradizioni diverse, infatti, la zona beneficia della vicinanza della montagna (la sovracitata Sierra Nevada) e del mare: quindi ci sono molti ingredienti diversi a completa disposizione! Potrete assaggiare una cucina tipica e a chilometro zero ricca di gusto e colori. Fra i piatti tipici ci sono la tortilla del Sacromonte con midollo, interiora di agnello e uovo; potrete provare il famoso Ollo de San Anton (una sapiente unione di maiale, fagioli, riso e verdura) e quelle che vengono definite “patate dei poveri”, molto gustose. I dolci riflettono in pieno la tradizione araba e come ingredienti principali hanno le mandorle, la frutta secca, lo zucchero caramellato e le spezie. Da provare!