Destinazione
Tipologia di vacanza
seleziona tipologia
Ospiti e camere
Quanti siete?
Periodo
Quando vuoi andare?
21.01.2021

Cosa vedere a Ortigia in 1 giorno

La Sicilia è un’isola straordinaria, ricca di bellezze storiche e mete imperdibili. Fra le sue città più belle e amate c’è di certo Siracusa, visitata e ammirata dai viaggiatori di tutto il mondo: e da questa città si può accedere anche alla splendida isola di Ortigia, vero e proprio capolavoro d’arte e natura della Sicilia! Qui potrete camminare nella storia, respirare l’arte più antica e ammirare reperti davvero unici. Una meta ammirevole e suggestiva, che non può mancare nel vostro itinerario. Basta percorrere il famoso Ponte Umbertino per passare da Siracusa all’Isola, e avere a disposizione tutti i suoi tesori. Se avete poco tempo per scoprire le bellezze di questa splendida isola siciliana, niente paura: qui potrete trovare una piccola lista di attrazioni che non potete assolutamente perdervi! Continuare pure a leggere per scoprire cosa vedere a Ortigia in un giorno, e fare della vostra vacanza in Sicilia un’esperienza indimenticabile.

Castello di Maniace

Questa imponente e splendida costruzione vide la luce intorno alla metà del XIII secolo, e da allora è stata sia residenza per i nobili che fortezza difensiva per proteggere l’isola. Oggi è una splendida meta turistica, tutta da scoprire e da visitare. Il suo eccellente stato di conservazione e la sua struttura imponente la rendono una meta unica e affascinante.

Fonte Aretusa

Quest’isola è stata abitata fin dai tempi antichi, anche e soprattutto per la grande presenza di fonti di acqua dolce che ne hanno facilitato l’insediamento. Questa è una delle fonti più famose, che ha ispirato una leggenda affascinante: pare che Aretusa fosse il nome di una ninfa che, pur di sfuggire a un uomo follemente innamorato e non voluto, si fece trasformare in una fonte da Artemide. Attualmente è una delle mete più popolari dell’isola.

Il Duomo di Ortigia

Questa splendida cattedrale era, in origine, un tempio costruito in nome della Dea Atena. Con l’andare del tempo, il tempio è stato incorporato e trasformato nella basilica che potete ammirare oggi. Lo stile barocco della sua facciata è fra i più belli della zona.