25.04.2020

Nuraghi di Sardegna, tra leggende e storia

La Sardegna è un’isola davvero straordinaria: bella e antichissima, è incastonata nel cuore stesso del Mar Mediterraneo ed è ricca di storia e natura. Molti la preferiscono per le spiagge cristalline di sabbia bianca e mari trasparenti, tanto da averle conferito il titolo di “caraibi d’Italia” (pur non avendo nulla da invidiare ai Caraibi stessi); c’è chi invece la preferisce per la cucina, ottima e abbondante come del resto in tutte le regioni d’Italia; c’è chi, invece, la preferisce per le splendide città d’arte. Qui parliamo di un aspetto forse meno celebre della Sardegna, ma che merita di essere scoperto e ammirato dai suoi visitatori: parliamo della sua storia particolare, che la rende davvero un’isola arcana e leggendaria. I nuraghi sono delle antiche costruzioni che si trovano solo qui: il Nuraghe di Barumini, nell’omonimo complesso, è il più famoso ed è una struttura che non potete assolutamente perdervi. Se siete curiosi di scoprire qualcosa in più su questo luogo ricco di fascino, continuate pure a leggere!

I nuraghi: leggende e misteri

I Nuraghi della Sardegna sono avvolti da racconti e dicerie di ogni tipo; c’è chi, addirittura, pensa che si tratti di strutture aliene, o che ci sia un grande segreto dietro la loro costruzione. Si tratta ovviamente solo di leggende, ma che contribuiscono a rendere bene l’aura di mistero che le circonda, e che non mancherà di affascinarvi. Ancora oggi, tuttavia, c’è un dibattito sull’effettivo uso dei nuraghi da parte dell’antica civiltà nuragica. Per alcuni erano strutture di difesa, per altri avevano una funzione religiosa; per altri ancora, erano abitazioni delle persone più importanti dei vari villaggi. L’unica cosa certa è che i nuraghi fossero il fulcro di ogni villaggio, la parte più importante.

Nuraghe di Barumini

Il complesso nuragico di Barumini conserva e protegge il nuraghe meglio conservato fra tutti gli esemplari sardi. È stato costruito in un’area oggi meglio conosciuta come Marmilla, quasi al centro della Sardegna, ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per l’eccezionale conservazione e il modo in cui dimostra le tecniche innovative di costruzione di un popolo preistorico. Queste strutture, infatti, pare che risalgano addirittura all’età del Bronzo! Rimarrete affascinati dalla precisione con cui sono state costruite queste mura, e da come ancora oggi siano ben conservate. Dal nuraghe centrale, il “Su Nuraxi”, che è ancora oggi una struttura maestosa e ricca di fascino, si dipanava l’intero villaggio fatto di costruzioni a pianta circolare. Il complesso intero sembra composto da tanti piccoli cerchi, che si uniscono fino alla cima della torre.

Visita al Museo

Se siete curiosi di scoprire di più sulla civiltà nuragica, consigliamo anche una visita al Museo di Cagliari, che conserva diversi manufatti e spiega molto su quanto si sa sui misteri di questo popolo antico. Assolutamente imperdibile!