08.07.2020

Agosto a Zanzibar: cosa fare

L'arcipelago di Zanzibar, in Tanzania, è una meta di invidiabile valore naturalistico. Una di quelle destinazioni da sogno in cui la realtà supera qualsiasi foto da cartolina, ideale per trascorrere splendide vacanze dove rigenerare anima e corpo di fronte a paesaggi incantevoli. Lunghe spiagge dall'aspetto tropicale, limpide acque dell'Oceano Indiano in cui nuotare e compiere immersioni, ampie foreste, suggestioni culturali della capitale Stone Town, piccole isole in cui dedicarsi a piacevoli escursioni: un viaggio a Zanzibar in agosto è una soluzione perfetta per vivere al meglio le proprie ferie lavorative. Volete saperne di più? Allora continuate pure a leggere e partite con noi!

Zanzibar ad agosto: situazione climatica

Il clima ad agosto risulta ottimale per trascorrere vacanze prive di preoccupazioni. Di giorno si hanno infatti temperature quasi sempre comprese tra 24 e 29 gradi, mentre di sera raramente si scende sotto i 20 gradi. Di conseguenza si susseguono giornate calde (e al contempo prive di eccessi roventi) e serate fresche. In generale i mesi più caldi sono quelli da dicembre a marzo, con temperature massime sui 32/33 gradi e minime quasi mai sotto i 23/24 gradi. Sapendo tutto questo, cosa portare a Zanzibar ad agosto? Viste le temperature presenti in agosto sono sufficienti abiti leggeri per il giorno, con l'aggiunta di un paio di felpe o maglioncini di cotone per la sera. Da portare in valigia costumi da bagno, abbigliamento da spiaggia, un cappellino per ripararsi dal sole, creme solari, maschera e boccaglio per compiere immersioni. Da non dimenticare anche un paio di scarpe comode per visitare Stone Town e per escursioni nell'entroterra. Va ricordato che in città non bisogna sfoggiare abiti troppo scollati o succinti, per rispetto della cultura locale. Da aggiungere un paio di vestiti un po' più eleganti per cene ai ristoranti dei resort, se alloggiate in uno di essi, e qualche medicinale generico in caso di necessità, oltre ovviamente al passaporto e alla patente in caso vogliate noleggiare un'automobile. La vostra prossima meta è Zanzibar? La piccola isola perla dell’Oceano Indiano è situata poco sotto l’Equatore, di fronte alle coste della Tanzania, di cui fa parte. Un’isola magica che vi farà fare un salto indietro nel tempo, viaggiando attraverso i secoli e le culture.

Zanzibar: informazioni utili

I documenti necessari per poter entrare a Zanzibar sono pochi. Il passaporto deve essere in corso di validità e con scadenza residua di 6 mesi all’arrivo nel paese. È necessario premunirsi di visto di ingresso, che può essere richiesto all’ambasciata di Roma o scaricato dal sito web dell’ambasciata stessa.

Le monete accettate sono gli euro e il dollaro, in egual misura. Ci sono numerosi uffici di cambio valuta nel paese. Le carte di credito non sono sempre accettate, tranne che nelle città e negli alberghi più importanti. Tra quelle accettate ci sono Visa, Master Card e Diners Club. La moneta locale è lo scellino della Tanzania.

E il fuso orario? Zanzibar va 2 ore avanti rispetto all'Italia, 1 ora se in Italia vige l’ora legale. Le lingue parlate nel paese sono il kiswahili e l’inglese.

La stagione delle grandi piogge va da metà febbraio a maggio, la stagione delle piccole piogge invece va da novembre a dicembre. Nei mesi cha vanno da novembre ad aprile le temperature sono elevate, mentre sono più miti e gradevoli da maggio a settembre. Consigli Sanitari Se siete preoccupati per la malaria, il rischio di contrarla a Zanzibar è basso. Premunitevi comunque di abbigliamento che copra gambe e braccia quando cala la sera e di repellenti anti zanzare. Per una buona igiene alimentare, vi consigliamo di bere solo acqua in bottiglia e solo cibi cotti.

Cosa vedere a Zanzibar

L'arcipelago di Zanzibar è un luogo dalle numerose tonalità, capaci di andare ben oltre l'azzurro intenso del suo mare. La regione ha alle spalle una ricca storia culturale e commerciale, testimoniata dalla forte influenza mediorientale decisamente riconoscibile nelle strade del suo centro storico: Stone Town. Se hai voglia di relax e tranquillità allora la spiaggia di Nungwi è il luogo che farà per te a Zanzibar. Qui potrai infatti fare lunghi bagni e nuotare anche al largo, sfruttando la completa mancanza di maree, caratteristica comune a quasi tutta l'isola. L'attrazione principale in questo luogo è costituita dal mare e dal fondale marino che circonda Zanzibar, molto ricco di coloratissimi pesci e assolutamente indicato per i sub di grande esperienza, date le sue intense correnti. Durante il tramonto tutto si tinge di giallo e rosa, regalando uno spettacolo molto suggestivo ai turisti.

Il lungomare di Zanzibar si rivela essere fra i luoghi più vitali dell'isola: durante la giornata è possibile trovare un po' di frescura e tranquillità sotto gli alberi, mentre la sera si distingue per la presenza di bancarelle che deliziano con le loro prelibatezze a base di pollo e carne. Stone Town, situato lungo la costa est dell'isola, è uno dei luoghi principali di Zanzibar e quello che più di ogni altro sarà in grado di raccontarti la lunga e accidentata storia della regione. Nominato Patrimonio dell'Umanità da parte dell'Unesco nel 2000, Stone Town non solo figura fra i luoghi più rappresentativi di Zanzibar, ma anche dell'intera Africa orientale, tanto da costituire un vero melting pot artistico e culturale che ha reso il centro storico ciò che è oggigiorno: una vera gemma.

Zanzibar è conosciuto per i suoi portoni intarsiati e con motivi indiani e islamici, impiegati in tempi antichi dai mercanti in segno di sfarzo. Fra i palazzi più belli che potrai vedere figurano il Thairia Topan Palace e la Moschea di Malindi. Camminando nel labirinto di vicoli e viuzze nella zona più antica di Stone Town è possibile contemplare moschee, templi ed edifici caratterizzati da uno stile arabesco, europeo e indiano. Il turista potrà altresì acquistare oggetti artigianali di alta qualità, come dei sandali tipici del luogo.

Il Darajani Bazaar è un mercato tipico di Zanzibar. Qui potrai fermarti e godere dei dettagli di questo luogo affascinante, contraddistinto da intensi profumi e colori vivaci. Avrai l'occasione di acquistare dei prodotti locali, fra cui la cannella, lo zafferano, la noce moscata e naturalmente le celebri spezie di Zanzibar. Si tratta di un luogo da non perdere nei tuoi viaggi a Zanzibar.