31.12.2020

7 giorni a Maiorca: cosa vedere? Molto gettonata in estate per le sue spiagge bianche e il mare cristallino, Maiorca è la meta ideale per la fuga di una settimana in tutte le stagioni, grazie al clima mite e la facilità con cui può essere raggiunta. Che siate in cerca di natura incontaminata e relax oppure amiate la vita mondana, Maiorca, con le sue spiagge bianche e le montagne a picco sul mare, le grotte e i parchi naturali, con i suoi monumenti ricchi di storia e la frizzante vitalità della sua movida, offre un'ampia scelta di cose da vedere. Alpitour suggerisce alcune imperdibili esperienze e consigli su cosa fare a Maiorca in una settimana. Di sicuro tornerete!

Visitare Palma di Maiorca

Palma è sicuramente la prima cosa da vedere una volta a Maiorca. Cittadina vivace di giorno e di notte, custodisce preziosi gioielli storici e architettonici: la Cattedrale di Santa Maria, detta anche “La Seu”, imponente esempio di arte gotica levantina del XIII secolo; i Bagni Arabi; il Palazzo Reale dell'Almudaina e, fuori dalle sue mura, l'Hort del Rei, un giardino di origine medievale che combina elementi tipici dell'architettura maiorchina con quelli di ispirazione andalusa.

Raggiungere il Faro di Cap de Formentor

Il faro segnala la punta settentrionale della Sierra de Tramontana e si erige su un promontorio a 210 metri di altezza sul mare. La strada per arrivare è piuttosto impegnativa, ma se le condizioni meteo sono buone si gode di un panorama mozzafiato sull'isola.

Visitare le Grotte del Drago

Maiorca è ricca di grotte. Sicuramente da vedere sono le Grotte del Drago, situate sulla parte settentrionale dell'isola: hanno una profondità di 25 metri e hanno scavato la roccia per 1.200 metri di lunghezza. Il Lago Martel, al loro interno, è uno dei più grandi laghi sotterranei del mondo.

Portare i bambini al Museo de Bassa Blanca

Se viaggiate con i bambini e cercate cosa fare con loro a Maiorca, portateli in questo museo, creato dagli artisti Yannick Vu e Ben Jakober proprio con l'obiettivo di far giocare i più piccoli con l'arte. Ci sono vari spazi espositivi dedicati a fotografie, dipinti di arte moderna e contemporanea e un parco di 16 ettari dove toccare con mano grandi sculture. Per arrivare in auto, da Alcudía andare in direzione Mal Pas e poi seguire le indicazioni viola per il Museo.

Fare trekking sulla Sierra Tramontana

La Sierra Tramontana attraversa l'isola e offre percorsi con sentieri ben segnalati tra boschi di querce e frutteti, con scorci meravigliosi di mare. Tra i più amati, anche per i differenti gradi di difficoltà, quelli con partenza da Lluc dove tra l'altro, a fine giornata, i due ristoranti locali offrono ottimi piatti che ripagano la fatica affrontata.

Dedicarsi al birdwatching

Nel Parco naturale di S.Albufera, zona umida protetta a sud di Alcudia, sono state avvistate almeno 300 specie di uccelli, molti dei quali svernano in quest'area. Sulla Sierra Tramontana volteggiano aquile del Bonelli, falchi pellegrini, nibbi bruni e reali. Mentre nella zona delle vecchie saline di Es Trenc si possono avvistare fenicotteri, gru, cormorani e aironi guardabuoi.

Fare torrentismo lungo il Torrent de Pareis

Chi è in cerca di un po' di adrenalina può dedicare una giornata al torrentismo, preferibilmente in estate. Per scendere gli 8 km del Torrent de Pareis, accompagnati da una guida locale, ci vogliono 6 ore; l'arrivo è sulla famosa spiaggia di Sa Calobra dove finalmente ci si può rilassare.

Cosa comprare a Maiorca

Maiorca è famosa per le perle coltivate, le avarcas, i sandali tipici che vengono prodotti nella vicina isola di Minorca, le ceramiche e i manufatti creati con le foglie di palma: ceste, cappelli e borse. Ottimi i prodotti dell'enogastronomia: provateli al mercato gastronomico di San Juan, tempio di convivialità e creatività.