Le Neuroscienze in viaggio

Data di Pubblicazione: 09 luglio 2018

Quante volte abbiamo sentito dire o noi stessi ci siamo detti: ho bisogno di staccare la spina e andare in vacanza per riposarmi, divertirmi, rilassarmi? Adesso possiamo iniziare a dare un valore a ciò che accade al nostro cervello quando siamo in vacanza.

Questo è l’obiettivo che si è dato il Gruppo Alpitour quando ha deciso di realizzare il progetto pilota #ilpiaceredellavacanza: misurare scientificamente (con dei dispositivi nati in ambito medicale) quali cambiamenti si producono nel nostro cervello mentre voliamo, passeggiamo sulla spiaggia, entriamo per la prima volta in una stanza d’albergo o ceniamo guardando il mare.

Per farlo ha collaborato con la start up italiana Thimus, specializzata in neuroscienze applicate, con cui aveva già lavorato per la definizione dei nuovi layout per i 787 Dreamliner della Neos, compagnia aerea del Gruppo Alpitour, la prima italiana ad annoverare in flotta questi aeromobili di ultima generazione sia nel design che nelle performance.
Il coinvolgimento degli scienziati di Thimus in questa occasione è andata oltre l’analisi del trasporto aereo e ha riguardato la mappatura di un’intera vacanza: il volo diretto da Milano a Nosy Be (a bordo del 787 Dreamliner), il soggiorno in due villaggi in Madagascar (Sea Club Amarina di Francorosso e Bravo Club Andilana) e una serie di attività, escursioni ed esperienze realizzate in destinazione a Nosy Be.

Per capire meglio come è stato realizzato questo progetto, abbiamo seguito l' esperimento da vicino documentando tutto in un video che vi aiuterà meglio a capire come abbiamo lavorato.

Alpitour da oltre 70 anni si occupa delle vacanze degli italiani e ha sempre fatto dell’innovazione uno dei suoi valori portanti, lanciando continuamente nuove sfide (in termini di servizi, destinazioni, format) e raggiungendo quei risultati che da anni incoronano l’azienda come la migliore d’Italia (fonte: Campioni del Servizio, Istituto Tedesco Qualità e Finanza - http://istituto-qualita.com/migliori-italia-campioni-servizio/).

Con il progetto #ilpiaceredellavacanza il Gruppo Alpitour ha deciso di darsi un obiettivo ambizioso: capire cosa fa star meglio i propri ospiti mentre viaggiano, per poter migliorare costantemente l’offerta dei propri servizi, rendere le esperienze sempre più soddisfacenti per creare le migliori condizioni di benessere alla clientela.

Per la misurazione dell’attività elettrica celebrale è stato utilizzato:

un Wareable Device EEG (Eletroencefalogramma) ABM X10, strumento non invasivo ad alta risoluzione temporale che permette di registrare le variazioni dell’attività cerebrale indicatrice di differenti stati cognitivi ed emotivi.

un Eye tracking device che ha consentito di monitorare i movimenti oculari e quindi i possibili spostamenti di attenzione visiva degli utenti.

il Galvanic Skin Response (GSR) grazie al quale si è potuto misurare i livelli e i cambiamenti di attivazione emotiva durante l’esperienza vissuta dall’utente.