14.07.2020

5 escursioni da fare a Zanzibar

Natura, storia, leggende, tradizioni e paesaggi spettacolari: Zanzibar è il connubio perfetto tra una vacanza al mare e un viaggio avventuroso nel tempo, alla scoperta di un autentico crocevia di culture. Stone Town è una capitale piena di meraviglie architettoniche e delizie gastronomiche; nell'aria si respira l'odore delle spezie coltivate sull'isola, mentre le tante spiagge di sabbia chiara riescono nell'impresa di sgombrare la mente dalle scorie del lavoro e della caotica vita di tutti i giorni. Un vero e proprio angolo di paradiso, tutto da visitare e di cui potrete innamorarvi! Anche la natura incontaminata di questo paese è uno dei suoi punti di forza. Per quanto riguarda le escursioni Zanzibar ha davvero tanto da offrire. Volete saperne di più? Continuate pure a leggere per scoprire cosa vedere e cosa fare sull'isola di Zanzibar, e preparatevi a partire con noi per una grande avventura!

Jozani Forest

Avvicinandosi al sud e spostandosi da Stone Town di circa quaranta chilometri ci si imbatte in questa stupefacente riserva naturale. L'attrazione principale del luogo sono le tipiche scimmie dalla testa rossa, i colobi. Abituati alla presenza dell'uomo, questi simpatici primati si lasciano avvicinare e fotografare senza alcun problema. Si tratta di un'escursione adatta agli adulti, ma soprattutto ai più piccini, che vivranno un'esperienza davvero al di fuori dell'ordinario.

Prison Island

Nota tra i locali con il suo nome swahili di Changuu, Prison town è un’isoletta dalle dimensioni assai ridotte che ospita una vecchia prigione, oggi trasformata in una fortezza da visitare. È immersa nel verde, e potrete dedicarvi a delle belle passeggiate. Fra le escursioni a Zanzibar da fare con i bimbi, Prison Island è la meta perfetta grazie a una meravigliosa colonia di tartarughe giganti, che lascerà tutti a bocca aperta. Gli esemplari di questa specie vengono delle Seychelles, e alcuni da loro possono superare i duecento anni di vita. Basti pensare che nella colonia stessa ce ne sono alcune che vivono sull'isola sin dalla metà del diciannovesimo secolo, ovvero da quando le tartarughe furono introdotte dal sultano Majid bin Said. Davvero spettacolari!

Nakupenda

A Zanzibar le escursioni consigliate sono tante, ma questa è forse la più in voga. Nakupenda si trova poco distante da Prison Island, ed è un capolavoro naturale che non potete perdervi. È una piccola striscia di sabbia che si può calpestare solo di giorno, perché scompare con l’alta marea. L'aspetto è quello di un atollo disabitato, ideale per fare il bagno nelle sue acque tiepide e riportare a galla una delle meravigliose stelle marine dei suoi fondali.

Atollo di Mnemba

Con tutta la sua natura incontaminata, bisogna dire che a Zanzibar escursioni e bellezze rigogliose non sono una rarità, ma una gita di un giorno a Mnemba sarà lo stesso un'esperienza non comune. Si tratta di un parco marino naturale da raggiungere in barca, e meta imperdibile per gli amanti dello snorkeling. Questo è il regno dei pesci tropicali, dei delfini e delle tartarughe, ma soprattutto dei coralli più variopinti. Un sogno! L’atollo in sé è una proprietà privata e dunque non è possibile mettere piede sull'isola, ma si possono comunque scoprirne le acque e i fondali. Una vista incredibile, che farà della vostra vacanza a Zanzibar un’avventura indimenticabile.

Stone Town

Non si può andare via da Zanzibar senza un'escursione nella sua colorata capitale. Letteralmente strapiena di piccole botteghe artigianali ed edifici dall'architettura bizzarra, una visita in città sarà molto utile per comprendere la storia e la cultura dell'isola. Da non perdere i giardini di Forodhani, il Forte Arabo, la cattedrale anglicana e il mercato di Darajani. Per gli amanti della musica e del rock, immancabile una visita alla casa del leggendario Freddie Mercury, originario proprio di Zanzibar.