Alla scoperta del Duomo di Siracusa

I nostri consigli

In Sicilia si possono trovare delle città storiche i cui palazzi più antichi si ergono alti e imponenti, le cui mura vibrano ancora di antica storia, e che proteggono opere d’arte di incalcolabile valore. L’intera isola trabocca di perle uniche del barocco, uno stile opulento e sfarzoso che fa dei suoi palazzi e delle sue città tesori unici, tutti da ammirare e da scoprire. Siracusa è uno di questi posti: piccola e sorprendente capitale del barocco siciliano, ancora oggi è visitata soprattutto per i suoi edifici leggendari e gli splendidi monumenti. Uno dei più famosi è il Duomo di Siracusa, che lascia senza parole chiunque la visiti. Un tesoro incommensurabile, che non potete assolutamente lasciarvi sfuggire! Ecco tutto quello che dovete sapere su questa cattedrale di Siracusa e dei suoi segreti, per fare della vostra vacanza in Sicilia un’esperienza indimenticabile!

La storia

La zona in cui sorge il Duomo è stata oggetto di culto da sempre: fin dai primi insediamenti nell’isola è stato un luogo di preghiera, su cui venne poi edificato il Tempio di Atena, che venne a sua volta integrato nella costruzione della cattedrale attuale. È ancora possibile ammirare parte dei resti nel tempio inglobati e ormai fusi con il resto della struttura, in un’unione davvero affascinante. È probabile che, durante la dominazione araba, sia stata usata come moschea, per poi essere ristrutturata dai normanni. Fra i lavori che furono fatti in seguito il più imponente è senza dubbio quello della facciata, che crollò durante un forte terremoto alla fine del ‘600; per ricostruirla ci vollero quasi trent’anni.

La struttura e i dettagli

Oltre alla già citata e meravigliosa facciata, considerata oggi un vero e proprio capolavoro dell’arte barocca, la cattedrale di Siracusa si contraddistingue per la struttura particolare e le splendide opere d’arte, le statue e le cappelle decorate. Troverete colonne decorate da rami d’uva, un tetto di legno e pavimenti di marmo che fanno da sfondo a complesse statue in marmo dei santi. La struttura interna è quella a tre navate, e ci sono diverse splendide attrattive come colonne di pietra, una statua d’argento di Santa Lucia e un crocefisso di epoca bizantina.

Le opere d’arte

La struttura principale e gli straordinari fregi ornamentali sono solo una parte delle bellezze presenti nella Cattedrale di Siracusa, che è famosa soprattutto per la commistione unica di generi diversi. L’organo risalente al ‘400 è imponente e magnifico, e regala tuttora una vista splendida nell’insieme. Nelle cappelle e nelle absidi si trovano quadri dipinti su legno o tela, risalenti soprattutto all’epoca bizantina. Le statue che costellano le navate laterali sono capolavori silenziosi che ancora oggi lasciano a bocca aperta chiunque le ammiri. Un luogo davvero meraviglioso, ricco di fascino, di cui vi innamorerete perdutamente!